servizio-civile

I progetti di Servizio Civile attualmente attivi presso l’US Acli Torino sono:

be healthy

Be Healthy è un progetto finanziato dall’Unione Europea, programmazione Gioventù in Azione, finalizzato alla promozione della salute e del benessere psicologico dei giovani, tramite la pratica di attività fisiche e sportive anche non agonistiche.

Scopri di più sul sito ufficiale Be Healthy!

PROGETTO DI INCLUSIONE SOCIALE

I Ser.t dell’ASL TO 1 da diversi anni realizzano progetti finalizzati all’inserimento sociale dei soggetti in carico ai servizi. Una delle attività previste è orientata a promuovere la partecipazione dei soggetti in carico ai Ser.t in attività motorie, sportive ed aggregative.

L’Unione Sportiva ACLI Torino è partner nella realizzazione del progetto “lo sport come strumento di inclusione sociale”.

SPORT E FAMIGLIA: UN PASSO INSIEME CONTRO LA POVERTA’ E L’ESCLUSIONE SOCIALE

L’esposizione alla crisi economica, l’insicurezza lavorativa, le difficoltà di accesso a beni e servizi, la necessità di “farsi carico” del ruolo di welfare alternativo e sostitutivo rispetto allo Stato, sono tutti aspetti di quel preoccupante fenomeno che è la crescita delle famiglie particolarmente deboli o vulnerabili. Sottoposte a tensioni di ogni tipo, sovraccariche di compiti e di funzioni, le famiglie continuano a “resistere” con sempre maggior fatica, subendo un progressivo impoverimento e correndo rischi di mancataa o debole inclusione sociale quando non di vera e propria esclusione.

Con “Accorciamo le distanze”, progetto finanziato dal Ministero del Lavoro e delle politiche sociali, l’US Acli opera con gli strumenti che le sono propri per sostenere le famiglie in difficoltà nel cui nucleo siano presenti bambini, adolescenti, giovani. L’obiettivo è quello di aiutare a contrastare situazioni di povertà materiale, culturale e relazionale; di incrementare l’offerta e le situazioni di socialità; di facilitare la costruzione o il recupero di forti funzioni genitoriali ed educative; di ridurre i “gap” comunicativi e le distanze tra generazioni diverse; di promuovere salute e qualità della vita.

Per favorire lo sviluppo di un sistema stabile di sostegno alle emergenze sociali, “Accorciamo le distanze” si collega alle strutture “punto famiglia” Acli, già attive e conosciute sui territori delle sperimentazionicome luoghi di accesso a forme di opportunità e di sostegno sociale per le famiglie. Il progetto – che si muove operativamente su più piani e con iniziative differenziate – sperimenta azioni basate su attività ludico-sportive coinvolgendo nei percorsi sperimentali circa 180 bambini, adolescenti e giovani e 85 famiglie.

GENERARE OPPORTUNITA’ ANIMANDO LIBERI SPAZI

Obiettivo generale del progetto è quello di promuovere la cittadinanza attiva dei giovani in zone specifiche di 14 province, in 10 regioni, attraverso lo sviluppo di attività sportive, educative, ricreative e di micro imprenditività, riqualificando spazi di aggregazione sociale al servizio dell’intera comunità locale.

“Terimbere e Amahoro” vuole contribuire allo sviluppo del Burundi e al suo faticoso cammino per la ricostruzione del Paese dopo un lungo periodo di guerra. Sviluppo e pace (in kirundi TERIMBERE e AMAHORO), insieme, richiedono di investire sulle nuove generazioni, che ancora vivono condizioni di isolamento e di mancanza di comunicazione con il resto del mondo, in un territorio che presenta gravi carenze socio-economiche e strutturali. Si investe sulla relazione e sull’aggregazione tra e con le persone, per far crescere una cultura del dialogo e della condivisione, per costruire insieme un futuro che veda i giovani protagonisti, nella scuola, nel lavoro e nella democrazia, senza badare alle differenze etniche o religiose. Il progetto scommette, contemporaneamente, sulle competenze nelle nuove tecnologie e sulle ricchezze naturali del Paese, per coniugarle in un’ottica di sviluppo sostenibile.

Obiettivi specifici:
  • Migliorare l’efficienza e la tecnologia dei due centri di formazione e aggregazione di Bururi e Rumonge
  • Incrementare la produzione e la redditività della Fattoria di Kiryama
  • Accompagnare il Comune di Bururi  nel settore anagrafe e pianificazione territoriale
  • Diffondere la cultura della cooperazione Nord-Sud nel territorio

L’US Acli e le Acli si impegnano a proporre la modifica della Legge 91/92 che ancora oggi impedisce ai bambini nati da genitori stranieri in Italia di avere accesso dalla nascita al diritto di cittadinanza e, a sollecitare le istituzioni e le organizzazioni preposte a dare piena applicazione alla Convenzione ONU sui diritti dell’infanzia del 20 novembre 1989 – ratificata dall’Italia con legge 176/91 che riconosce  ai  ragazzi “il diritto al riposo e al tempo libero, a dedicarsi al gioco e ad attività ricreative proprie della sua età e a partecipare liberamente alla vita culturale ed artistica” .

La campagna :“Cittadini attraverso lo sport” si pone l’obiettivo di promuovere lo sport come ulteriore luogo di cittadinanza e spazio privilegiato e fecondo dell’incontro tra persone e popoli.

Chi siamo

 

L’Unione Sportiva ACLI Torino è l’articolazione provinciale dell’ Unione Sportiva ACLI nazionale. Si è costituita nel 1983 con la celebrazione del primo congresso provinciale. Fortemente radicata su tutto il territorio provinciale, propone e organizza discipline sportive e motorie, principalmente attraverso le associazioni e le società sportive affiliate e programma direttamente interventi formativi e di animazione, per i giovani che scelgono di collaborare come animatori sportivi.

Contattaci

 

Per info ed iscrizione contattateci a questi indirizzi:

Telefono: 011/5712863
Email: info@usaclitorino.it
Indirizzo: Via E. Perrone 3 bis - 10122 Torino

Spot USAcli